martedì 26 luglio 2011

La faccia come il culo

Esistono due tipi di preghiere.
La prima è quella pagana, connaturata all'uomo che si esplicita soprattutto nello "speriamo" e che concerne ogni tipo di richiesta: dal non essere interrogato dal professore di matematica, alla vincita alla lotteria. Una specie di preghiera naturale. Chi non conosce questo tipo di preghiera?
Poi c'è l'altra, la religiosa; la preghiera "seria". Questa, non essendo io credente, non l'ho mai praticata ma stasera voglio fare un'eccezione.
Sono pur sempre Ingestibile e faccio fatica a restare nello schema fisso dell'ateo duro e puro. Voglio provare l'ebbrezza della diversità, sempre.
Ho scelto, anzi è lei che ha scelto me, questa preghiera di san Vincenzo de' Paoli.
Anche se in fondo condivido quello che c'è scritto nello Zohar e cioè che nessuna preghiera che contenga richieste o lamenti arriva al cielo... (ciò vuol dire: NESSUNA preghiera arriva all'orecchio di Dio)
Preghiamo.

Per chiedere la capacità di amare

Signore, fammi buon amico di tutti,
fa' che la mia persona ispiri fiducia
a chi soffre e si lamenta,
a chi cerca luce lontano da te,
a chi vorrebbe cominciare
e non sa come,
a chi vorrebbe confidarsi
e non se ne sente capace.
Signore, aiutami,
perchè non passi accanto a nessuno
con il volto indifferente,
con il cuore chiuso,
con il passo affrettato.

Signore, aiutami ad accorgermi subito
di quelli che mi stanno accanto,
di quelli che sono preoccupati
e disorientati,
di quelli che soffrono
senza mostrarlo,
di quelli che si sentono isolati
senza volerlo.
Signore, dammi una sensibilità
che sappia andare incontro ai cuori.

Signore, liberami dall'egoismo,
perchè ti possa servire,
perchè ti possa amare,
perchè ti possa ascoltare,
in ogni fratello
che mi fai incontrare.

7 commenti:

  1. Ma che t'è successo?? Tutto ok?

    RispondiElimina
  2. Sì, solo che mi piaceva il titolo di questa preghiera.

    RispondiElimina
  3. Per qualsiasi cosa preghi una persona, prega per un miracolo.
    Ogni preghiera si riduce a questo: "Grande Signore, fai che due moltiplicato per due non faccia quattro".
    Ivan Sergeievich Turgenev

    RispondiElimina
  4. Eh sì...
    Ecco un'altra piccola e semplice preghiera:

    Possano coloro che ci amano, amarci
    e a coloro che non ci amano possa Dio cambiare i loro cuori,
    e se non riesce a cambiare i loro cuori
    almeno gli storca le caviglie
    così che io possa riconoscerli quando zoppicano.
    AMEN! :-D

    (dal film "Tentazioni d'Amore" con Edward Norton)

    RispondiElimina
  5. Bellissima preghiera, che si basa sull'uomo ed è per gli uomini, quelli di buona volontà, come te.
    Io prego ,a non faccio richieste, chiedo solo di non rimanere sola ad affrontare tutto il resto del mondo che non mi prega per niente.
    Un caro saluto.

    RispondiElimina